SEGNALE LIBERO... parlano di noi

Grazie a tutti quelli che hanno partecipato all' inaugurazione del progetto SEGNALE LIBERO per il recupero artistico di alcune cabine telefoniche a Vercelli.

Qui trovate un articolo uscito sulla pagina nazionale de La Stampa di oggi:
http://www.lastampa.it/2016/11/14/societa/larte-la-seconda-vita-delle-cabine-telefoniche-L27RfXZNHUDpUsH2OefgRL/pagina.html

e qui il servizio del TG regionale (Buongiorno Regione) di venerdì 11 novembre a cui è dedicato ampio spazio (dal minuto 14 in poi):
http://www.rainews.it/dl/rainews/TGR/multimedia/ContentItem-885e7f3d-e43a-46db-b930-f22ee545067a.html

Le cabine rimarranno aperte 24 ore su 24, quindi se non le avete ancora viste potete andare quando siete più comodi. La loro dislocazione è indicata qui:
http://www.segnalelibero.it/le-cabine/
E' presenta anche una cabina Scambialibro davanti all'Ospedale Sant'Andrea di Corso Abbiate.

Libere Librerie (10 novembre 2016)

Per anni abbiamo raccolto libri rimasti in cantine, soffitte o librerie impolverate per ridistribuirli ogni anno in un giorno di settembre durante la manifestazione del “Bookcrossing più grande del mondo” a Vercelli, ma che farne per tutto il resto dell’anno?

La risposta è stata semplice: abbiamo creato le “Libere Librerie”, una selezione di libri a cui attingere durante tutto l’anno semplicemente portando un libro da scambiare per ogni libro preso.


Per la Cartolibreria La Pergamena di Via Foscolo 25, l' Edicola di Corso Italia, angolo via Lagrange e il Bar Vittoria di Corso Libertà 182, tutti a VERCELLI, è presente una lista che viene aggiornata periodicamente a cura del gestore/proprietario dell'attività che la ospita.


Inaugurazione SEGNALE LIBERO

Finalmente parte Segnale Libero, il progetto nato su iniziativa di Libriamoci a Vercelli con la collaborazione di alcuni artisti del territorio e che prevede il recupero di 7 cabine telefoniche per farne spazi da scoprire e reinventare: contenitori di creatività, espressione di visibilità.

L'inaugurazione avverrà sabato 12 novembre alle ore 15 con un corteo che partendo dalla cabina "musicale" di Piazza Zumaglini a Vercelli toccherà tutte le cabine coinvolte, compresa quella dedicata allo Scambialibri nei pressi dell'Opedale Sant'Andrea. Torneremo in Piazza Zumaglini intorno alle 16:30 circa dove ad accoglierci ci sarà un piccolo concerto dei C&G.

Tutti i progetti artistici delle cabine sono accomunati da una frase ispiratrice, per il primo ciclo abbiamo scelto una frase tratta dal romanzo Martin Eden di Jack London:
"Gli parve di navigare languidamente in un mare di visioni vaghe. Colori e luminosità lo circondavano, lo bagnavano, lo pervadevano.
Che cos'era? Sembrava un faro, ma era dentro il suo cervello, una bianca luce splendente che scintillava. Balenava sempre più rapidamente.
Vi fu un rombo prolungato, e gli parve di cadere lungo una vasta interminabile scalinata.
E, in qualche parte, là in fondo, cadde nelle tenebre. Solo questo seppe.
Era caduto nelle tenebre. E nell'istante stesso in cui lo seppe, cessò di saperlo.”
E' gradita la partecipazione di tutti!

Trovate la mappa delle cabine e altre informazioni sul sito ufficiale www.segnalelibero.it

Aperitivo in lettura - 26 ottobre


Mercoledì 26 ottobre alle ore 19.00 faremo un "Aperitivo in lettura",
cioè faremo il nostro incontro letterario di ottobre presso il
bar - bistrot Orti.ca a Vercelli (in vicolo Croce di Malta 4,
una traversa di Via Gioberti).

Il tema non poteva che essere il CIBO, sotto trovate maggiori informazioni.
Ovviamente siete tutti invitati a discutere con noi del tema o
anche solo a fare da uditori


Scambialibri Permanente - elenco libri (aggior. 11/10/2016)

Lo Scambialibri Permanente è presso la Libreria dell'Arca di Vercelli, in via Galileo Ferraris 77.

Lo scambialibri permanente è accessibile negli orari di apertura abituali della libreria, cioè tutti i giorni dalle 9 alle 12:30 e dalle 15:30 alle 19 (lunedì mattina e domenica chiusa) 

Per lo Scambialibri Permanente è previsto uno scambio di massimo 5 volumi al giorno e vi invitiamo a farci una piccola offerta per sostenere i costi di gestione.

Per cercare un autore o un libro vi consigliamo di usare il comando Trova del vostro Browser di navigazione.



SABATO 1 OTTOBRE RITORNA LO SCAMBIALIBRI AL MUSEO LEONE DI VERCELLI



Sabato 1° ottobre 2016, nella tradizionale cornice del Museo Leone, ormai sede designata dell'evento, ritorna lo Scambialibri’, la fortunata  manifestazione ideata e organizzata da Associazione Culturale 'Libriamoci a Vercelli' ed Edizioni Effedì che, da undici stagioni a questa parte, regala gioie e sorprese a tutti gli appassionati di libri vercellesi, e non solo. E’ consuetudine che l’evento venga seguito con particolare attenzione anche da lettori provenienti, in buon numero, da province limitrofe, Biella, Novara e Pavia, tanto per intenderci, ma anche da altre zone del Piemonte dove, grazie ad Internet e a buona strategia del web, la comunicazione giunge puntuale. Vedere e parlare con visitatori in arrivo da Torino e Milano, giunti a Vercelli apposta per la manifestazione, è ormai consuetudine. Insomma, un esercito di lettori pronti a giocare con le pagine scritte e i suoi universi.

Dalle ore 9,30 alle ore 18,00 di sabato 1° ottobre, dunque, il Museo Leone ospiterà alcune migliaia di volumi, tutti raccolti e messi a disposizione per essere scambiati. Cosa significa? Semplicemente che ognuno può presentarsi all’accoglienza dell’evento e portare con sé fino a 20 libri che potrà scambiare con altri 20 volumi scelti tra le migliaia presenti. Un po’ come succedeva con le figurine di storica memoria… Si gira, si guarda, si scartabella, si chiedono consigli, per arrivare a scegliere i libri più vicini al proprio sentire, oppure i più curiosi, i più rari, e via dicendo. Una festa di parole e colori, aperta a chiunque voglia scavare nella narrativa, poesia, saggistica, fantasy, horror, e via di questo passo.

Ricordiamo, inoltre, che lo Scambialibri è totalmente gratuito, in un periodo in cui collaborazione e creatività devono, per forza di cose, diventare la regola.
Per finire, ricordiamo che in sede di Scambialibri è possibile anche soltanto portare i propri libri inutilizzati che vengono spesso utilizzati anche per iniziative benefiche da parte di Edizioni Effedì e Associazione Culturale 'Libriamoci a Vercelli'.

Per finire, ecco il link (http://youtu.be/_7rq17ScqPs) per accedere direttamente su Youtube al documentario che Michele Trecate, in collaborazione con gli organizzatori, ha girato sullo Scambialibri. Perché, chi ancora non conosce, sappia di cosa si tratta.

Il Museo Leone è in Via Verdi 30, a due passi dalla centralissima Piazza Cavour. Venite a trovarci!

Info e contatti:
www.libriamociavercelli.it
mail: info@edizionieffedi.it - libriamociavercelli@gmail.com
Tel: 0161/213038

Presentazione ebook di Alberto Odone a Vercelli

Grazie a chi ci è venuto a trovare allo Scambialibri di Livorno Ferraris domenica scorsa... ma è già ora di ripartire con un nuovo evento organizzato dalla nostra associazione:

presso il Bar Vittoria di Vercelli (in Corso Libertà 182) sabato 18 giugno alle ore 18 verrà presentato l'ebook di Alberto Odone "L'uomo col basco del Che" pubblicato da Delos Books. Con lui discorrerà Gianluca Mercadante.

L'uomo col basco del Che

di Alberto Odone
pubblicato da Delos Digital
RACCONTO LUNGO (32 pagine) - THRILLER - L'altro era disteso sulla schiena, in testa un baschetto da rivoluzionario e una faccia incupita da una barbaccia nera che pareva filo di ferro. Un poster di Che Guevara, ma con la faccia di Bud Spencer... Sgomberare un centro sociale ha sempre delle conseguenze: manifestazioni, articoli sui giornali di questa o quell'altra fazione, ricoveri in ospedale con ossa rotte e contusioni varie. Ma non sempre la cosa si risolve con qualche arresto e qualche poliziotto malmenato e se ci scappa il morto l'inchiesta è inevitabile. Ulderico Scholl, poliziotto di buone letture che sa usare le parole, viene chiamato per trovare una versione che stia appena appena in piedi, quel tanto che basta a far credere che c'è un'altra possibilità a parte quella che a tutti sembra evidente. Ma per carità, che non si parli di insabbiamento.

Alberto Odone nasce a Vercelli e inizia a scrivere narrativa ai tempi dell'università (frequenta Economia Aziendale alla Bocconi) e il suo primo racconto breve vince un concorso letterario promosso proprio dall'ateneo. Si dedica alla scrittura di racconti e romanzi sia mainstream che di genere. A metà degli anni '90 comincia a orientarsi verso la narrativa di suspense e gialla: nel 1996 vince il Gran Giallo di Cattolica con il racconto "La Lama e l'inchiostro", pubblicato da Stampa Alternativa. Nel 1999 con una raccolta di avventure del commissario Scholl, fra cui il racconto "L'uomo con il Basco del Che", è finalista al Premio Calvino. Nello stesso anno vince anche il premio Orme Gialle con il giallo storico "Opere e morte di Archiloco di Cirene". Nel 2002 pubblica il racconto "Inferno" con Longanesi. Negli anni a venire pubblica altri racconti gialli con gli editori Guaraldi e Baroni. Nel 2009 è di nuovo finalista al Gran Giallo Cattolica e nel 2013 pubblica il racconto "Una vita sospesa" nella raccolta "Giallo 24" del Giallo Mondadori. Nel 2015 è finalista al premio "Grado Giallo" con il racconto "Una maschera da Zombi".